Il trasferimento del personale dell'Esercito Italiano disposto per ragioni di servizio ha natura di trasferimento d'autorità e, laddove comporti una dislocazione geografica a distanza superiore ai 10 chilometri e in un Comune diverso da quello in cui ricade il reparto di precedente assegnazione, dà diritto al riconoscimento dell'indennità prevista dall'art. 1, comma 1, della Legge n. 86/2001.