Lo strumento di tutela indennitaria automatica e diffusa usato dall’AGCOM per definire i limiti del mercato di riferimento in cui operano i gestori di telefonia realizza il duplice interesse pubblico sotteso allo stesso: «rendere effettiva e ottimizzare la tutela degli utenti, all’evidente scopo d’offrire loro accesso ad un indennizzo automatico in virtù di un atto generale di regolazione, scongiurando perciò la probabile rinuncia di molti utenti ad esperire qualunque azione, giudiziale o stragiudiziale» e, dando maggiore efficacia all’azione amministrativa, deflazionare il contezioso (sia individuale che collettivo) relativo a liti di modico valore.