Riduzione in schiavitù: nel nostro ordinamento non sono rilevanti le motivazioni culturali che abbiano mosso l’agente.